Vai al contenuto

Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 66

Il Consiglio dei Ministri si è riunito giovedì 10 marzo 2022, alle ore 10.30 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Mario Draghi. Segretario, il Sottosegretario alla Presidenza Roberto Garofoli.

*****

CRISI IN UCRAINA

I Ministri dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, e delle politiche agricole alimentari e forestali, Stefano Patuanelli, hanno dato al Consiglio prime informative per i settori di loro competenza in merito alla crisi in Ucraina e sulle ripercussioni che sta avendo sull’economia nazionale.

*****

SVILUPPO DELLE ZONE MONTANE

Disposizioni per lo sviluppo e la valorizzazione delle zone montane (disegno di legge – esame preliminare)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, ha approvato, in esame preliminare, un disegno di legge recante “Disposizioni per lo sviluppo e la valorizzazione delle zone montane”.
Il provvedimento introduce misure organiche finalizzate a favorire lo sviluppo economico e la ripresa di tanti territori che avranno l’opportunità di diventare sempre più una risorsa per il Paese.
Il ddl, inoltre, si pone l’obiettivo di contrastare lo spopolamento della montagna italiana, raccogliendo in un testo unitario e sistematico interventi normativi per la riduzione delle condizioni di svantaggio dei Comuni montani.

Classificazione dei Comuni montani

Il disegno di legge regolamenta l’individuazione dei Comuni montani e disciplina i parametri ulteriori per accedere agli incentivi e ai sostegni previsti.

Strategia Nazionale per la Montagna Italiana (SNAMI)

Il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, attraverso la Strategia Nazionale per la Montagna Italiana (SNAMI), individua le linee strategiche per la crescita e lo sviluppo economico e sociale, l’accessibilità dei servizi essenziali e delle infrastrutture digitali, il godimento effettivo dei diritti fondamentali della persona nei territori montani.

La SNAMI verrà finanziata grazie al Fondo per lo sviluppo delle montagne italiane (FOSMIT) – in cui confluiscono le risorse del Fondo nazionale per la montagna e del Fondo integrativo per i Comuni montani – per il quale l’ultima legge di bilancio ha previsto lo stanziamento di 100 milioni per il 2022 (prima erano 29,5 milioni) e 200 milioni a decorrere dal 2023.

Misure
Il disegno di legge interviene, in modo particolare, attraverso lo sviluppo dei seguenti punti:

  • sanità di montagna;
  • scuole di montagna;
  • servizi di telefonia mobile e accesso a internet;
  • incentivi agli imprenditori agricoli e forestali;
  • misure fiscali di favore per le imprese montane “giovani”;
  • misura “Io resto in montagna”;

*****

ACCORDI INTERNAZIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA SOCIALE

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Luigi Di Maio, ha approvato due disegni di legge di ratifica ed esecuzione di altrettanti accordi internazionali. Di seguito i provvedimenti approvati.

  1. Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra la Repubblica Italiana e la Repubblica di Moldova in materia di sicurezza sociale, con Allegato, fatto a Roma il 18 giugno 2021 (disegno di legge)
  2. Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra la Repubblica Italiana e la Repubblica della Macedonia del Nord in materia di sicurezza sociale, fatto a Skopje il 25 luglio 2014 (disegno di legge)

*****

CONTRATTI COLLETTIVI

Il Consiglio dei Ministri ha autorizzato il Ministro per la pubblica amministrazione, Renato Brunetta, a esprimere il parere favorevole del governo in relazione a:

  1. ipotesi di accordo collettivo nazionale quadro in materia di costituzione delle rappresentanze sindacali unitarie per il personale dei comparti delle pubbliche amministrazioni e per la definizione del relativo regolamento elettorale, siglata il 16 novembre 2021 dall’ARAN e, all’unanimità, dalle Confederazioni sindacali rappresentative;
  2. ipotesi di accordo relativo alla specifica regolazione di raccordo del personale dei profili di informazione, sottoscritta il 5 maggio 2021 dall’ARAN, dalle Confederazioni rappresentative nei comparti di contrattazione e dalla Federazione nazionale della stampa italiana “FNSI”, per la specifica regolazione di raccordo del personale dei profili di informazione.

*****

ASSETTO IDROGEOLOGICO

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani, sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, ha deliberato l’approvazione del Piano stralcio di bacino per l’assetto idrogeologico (PAI) dei bacini di rilievo regionale delle Marche (P.A.I) – Aggiornamento 2016. Il Piano è stato adottato dalla Conferenza istituzionale permanente dell’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino centrale.

*****

DELIBERAZIONI AMMINISTRATIVE

Il Consiglio dei Ministri ha sbloccato la realizzazione di sei parchi eolici, che assicureranno una potenza pari a 418 MW. Nel dettaglio, si tratta dei seguenti progetti:

  • impianto eolico nel comune di Castelluccio dei Sauri (FG) – 43,2 MW;
  • impianto eolico “Salice-La Paduletta”, nei comuni di Cerignola e Orta Nuova (FG) – 58,5 MW;
  • impianto eolico nel comune di Sant’Agata di Puglia (FG) – 39,6 MW;
  • impianto eolico “Montaratro”, nel comune di Troia (FG) – 121,9 MW;
  • potenziamento del parco eolico “Nulvi Ploaghe” (SS) – 121,5 MW;
  • proroga VIA del parco eolico “Corona Prima”, nel comune di Tricarico (MT) – 33 MW.

I sei parchi eolici oggetto della seduta odierna, si aggiungono ai due sbloccati dal Consiglio dei ministri lo scorso 18 febbraio, per una potenza di 65,5 MW da fonti rinnovabili.

Si tratta, in particolare, dei seguenti progetti:

  • proroga VIA del parco eolico nel comune di Melfi (PZ), loc. Monte Cervaro – 34 MW;
  • impianto eolico “Serra Giannina”, nei comuni di Genzano di Lucania e Banzi (PZ) – 31,5 MW.

Per completezza d’informazione, si sottolinea che a partire dalla fine del 2021 sono stati sbloccati impianti di energia per una potenza totale di 1.407,3 MW (1,407 GigaWatt) da fonti rinnovabili

*****

NOMINE

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato:

su proposta del Presidente Mario Draghi, vista la deliberazione del Consiglio di Presidenza della Giustizia amministrativa, la nomina a Presidente aggiunto del Consiglio di Stato del Presidente di Sezione avv. Luigi Maruotti a decorrere dal 25 febbraio 2022;
su proposta del Presidente Mario Draghi, vista la comunicazione del Ministro della cultura Dario Franceschini, la nomina del dott. Ricardo Franco Levi a Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle attività connesse alla partecipazione dell’Italia, quale Paese ospite d’onore, alla Fiera del libro di Francoforte del 2024, a norma dell’articolo 11 della legge 23 agosto 1988, n. 400.
*****

LEGGI REGIONALI

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, ha esaminato otto leggi e deliberazioni delle regioni e delle province autonome e ha quindi deliberato di impugnare: la legge della Provincia autonoma di Bolzano n. 1 del 10/01/2022 “Disposizioni collegate alla legge di stabilità provinciale per l’anno 2022” in quanto talune disposizioni in materia di governo del territorio, ponendosi in contrasto con la normativa statale, eccedono dalle competenze previste nello Statuto speciale di autonomia, violando l’articolo 117, secondo comma, lett. m), e terzo comma della Costituzione; la legge della Regione Abruzzo n. 1 dell’11/01/2022 “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e ulteriori disposizioni urgenti” in quanto talune disposizioni in materia di energia, ponendosi in contrasto con la normativa statale ed europea, violano gli articoli 41, 97 e 117, primo e terzo comma della Costituzione.

Inoltre, il Consiglio dei Ministri ha deliberato di non impugnare: la legge della Regione Marche n. 1 del 10/01/2022 “Misure urgenti di adeguamento della legislazione regionale”; la deliberazione statutaria della Regione Toscana n. 12 del 18/02/2022 “Testo di deliberazione statutaria della Regione Toscana approvato a norma dell’articolo 123, secondo comma, della Costituzione. Modifiche e integrazioni allo Statuto in materia di Sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale e di composizione dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale; la legge della Regione Piemonte n. 1 del 26/01/2022 “Ulteriori modifiche alla legge regionale 28 dicembre 2007, n. 28 (Norme sull’istruzione, il diritto allo studio e la libera scelta educativa)”; la legge della Provincia autonoma di Trento n. 2 del 27/01/2022 “Modificazioni della legge provinciale sulla scuola 2006”; la legge della Regione Toscana n. 2 del 31/01/2022 “Interventi di sostegno per l’educazione alla musica e al canto corale”; la legge della Regione Toscana n. 3 del 31/01/2022 “Iniziative di promozione sociale, culturale e di aggregazione rivolte alle nuove generazioni”.

*****

Il Consiglio dei Ministri è terminato alle ore 12.00.

Gestisci il consenso ai cookie

Per fornire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per archiviare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o ID univoci su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.

Funzionale

Sempre attivo
L'archiviazione tecnica o l'accesso sono strettamente necessari al fine legittimo di consentire l'uso di un servizio specifico esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente, o al solo scopo di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica.

Statistiche

L'archiviazione tecnica o l'accesso che viene utilizzato esclusivamente per scopi statistici. L'archiviazione tecnica o l'accesso che viene utilizzato esclusivamente per scopi statistici anonimi. Senza un mandato di comparizione, una conformità volontaria da parte del vostro Fornitore di Servizi Internet, o ulteriori registrazioni da parte di terzi, le informazioni memorizzate o recuperate per questo scopo da sole non possono di solito essere utilizzate per l'identificazione.

Marketing

L'archiviazione tecnica o l'accesso sono necessari per creare profili di utenti per inviare pubblicità, o per tracciare l'utente su un sito web o su diversi siti web per scopi di marketing simili.