Vai al contenuto

Ddl Gasparri mette paletti a aborto, scontro con Pd

Sono oltre 500 i progetti di legge depositati in questo inizio legislatura alla Camera e al Senato, ma tra quelli destinati a far discutere c’è senz’altro quello presentato dal senatore di FI Maurizio Gasparri che punta a modificare il riconoscimento della capacità giuridica del concepito. Un disegno di legge che l’opposizione definisce già “anti-abortista” e che sarebbe “aggravato” dall’altro testo, sempre a prima firma Gasparri, con il quale si propone di istituire la “Giornata del nascituro”. Proposte “inaudite”, commenta la presidente dei senatori del Pd Simona Malpezzi. Ma i temi affrontati in questi progetti di legge sono tanti.

Nelle 338 proposte di legge arrivate a Montecitorio e nei 181 testi pervenuti a Palazzo Madama si chiede di istituire Commissioni d’inchiesta, Giornate a tema, e di inserire la tutela dell’attività sportiva in Costituzione. Ma ci sono anche questioni come il fine vita, la protezione degli animali, strette sulla cannabis, l’obbligo di utilizzo del casco in bici per gli under14. Per senatori e deputati con una o più legislature alle spalle si tratta spesso di una riproposizione di testi già presentati nelle passate legislature, ma ci sono anche delle novità.

Il più prolifico al Senato, per ora, è proprio Gasparri che ha depositato 17 disegni di legge che riguardano, oltre la modifica dell’articolo 1 del codice civile sul riconoscimento per i diritti del concepito, anche misure più severe sulla cannabis, l’introduzione del reato di maternità surrogata, il ripristino del 4 novembre come festività nazionale e l’istituzione della “Giornata della vita nascente”.

Diversi, i disegni di legge sui temi etici. Il capogruppo della Lega, Massimiliano Romeo, ripresenta il ddl sulle “Disposizioni per la tutela della famiglia e della vita nascente”. Mentre il senatore Dem Alfredo Bazoli ne deposita uno sulle “disposizioni in materia di morte volontaria medicalmente assistita”. E sull’eutanasia presenta una proposta di legge anche Enrico Costa.

Tra i deputati più attivi, l’azzurra Michela Vittoria Brambilla che ripropone quasi tutti progetti di legge a tutela degli animali, ma anche “norme per garantire l’opzione per la dieta vegetariana e la dieta vegana nelle mense e nei luoghi di ristoro pubblici e privati”. Molti i ddl istituire Giornate a tema, tra cui quella della Lega, a prima firma Giorgio Maria Bergesio, che si vorrebbe dedicare all’agricoltura e che potrebbe essere celebrata la seconda domenica di novembre. E se Renate Gebhard ripropone il ‘Giorno di San Giuseppe’ la deputata M5s Elisa Pirro vorrebbe istituire la Giornata della defibrillazione, per promuovere la diffusione di questo importante strumento salva vita.

Poi ci sono le pdl per istituire le Commissioni d’inchiesta che necessitano di essere votate a ogni avvio di legislatura.
Tra le tante, quella sul femminicidio, depositata dalla Dem Valeria Valente o quella sulla morte di David Rossi a Siena, a prima firma Pierantonio Zanettin (FI). Un altro forzista, Pietro Pittalis, vorrebbe una Commissione d’inchiesta sull’uso politico della giustizia. Tra i ddl depositati al Senato c’è quello sull’ inserimento in Costituzione dello sport perché la pdl costituzionale in materia non aveva completato l’iter la scorsa legislatura. Ma si registrano anche molte proposte in tema di lavoro, fisco e pensioni. Non manca chi suggerisce di inserire come materia scolastica l’Educazione Finanziaria (dell’azzurro Dario Damiani). E ancora chi (il leghista Alberto Gusmeroli) propone di mettere l’obbligo del casco in bici per tutti fino a 14 anni. Al Senato, Francesco Verducci, vorrebbe che si riconoscesse come malattia cronica la ‘vulvodinia’, il disturbo di cui soffre Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin che su questo fa da anni una battaglia.
   

Gestisci il consenso ai cookie

Per fornire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per archiviare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o ID univoci su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.

Funzionale

Sempre attivo
L'archiviazione tecnica o l'accesso sono strettamente necessari al fine legittimo di consentire l'uso di un servizio specifico esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente, o al solo scopo di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica.

Statistiche

L'archiviazione tecnica o l'accesso che viene utilizzato esclusivamente per scopi statistici. L'archiviazione tecnica o l'accesso che viene utilizzato esclusivamente per scopi statistici anonimi. Senza un mandato di comparizione, una conformità volontaria da parte del vostro Fornitore di Servizi Internet, o ulteriori registrazioni da parte di terzi, le informazioni memorizzate o recuperate per questo scopo da sole non possono di solito essere utilizzate per l'identificazione.

Marketing

L'archiviazione tecnica o l'accesso sono necessari per creare profili di utenti per inviare pubblicità, o per tracciare l'utente su un sito web o su diversi siti web per scopi di marketing simili.