Vai al contenuto

Oggi il giuramento del governo Meloni

Nasce il governo di centrodestra e si presenta al mondo con l’incoronazione della prima donna premier della storia repubblicana. Meno di un mese dopo le elezioni politiche Sergio Mattarella convoca al Quirinale Giorgia Meloni e le affida l’incarico di formare il nuovo governo. Poco prima aveva consultato la delegazione unitaria di centrodestra che in pochissimi minuti, più con l’assenso che con le parole, garantiva l’esistenza di una maggioranza parlamentare chiara e l’indicazione univoca di volere la leader di Fratelli d’Italia alla guida del governo.

Gennaro Sangiuliano, scelto da Giorgia Meloni per guidare il dicastero della Cultura è stato il primo ministro ad arrivare al Quirinale. Dopo di lui a fare il suo ingresso è stata Anna Maria Bernini, ministro per l’Università e Daniela Santanchè, ministro del Turismo. Arrivato al Quirinale anche Giuseppe Valditara che andrà al ministero dell’Istruzione e Merito accompagnato dalla sua famiglia. Al Quirinale anche la neo ministra del Lavoro Marina Calderone. Poco prima era arrivato Luca Ciriani, ministro dei Rapporti con il Parlamento accompagnato dalla sua famiglia. Al Colle anche Roberto Calderoli designato per gli Affari Regionali e Francesco Lollobrigida neo ministro dell’Agricoltura e sovranità alimentare.

E’ stato il presidente della Repubblica a spiegare la ratio della voglia di fare presto basata su una linea di “leale collaborazione” istituzionale tra le due istituzioni. “Questa volta il tempo è stato breve, non è passato nemmeno un mese dalla data delle elezioni e questo è stato possibile per la chiarezza dell’esito elettorale”, ha premesso Mattarella. In secondo luogo (ma questo è stato anche il motivo del colloquio di oltre un’ora avuto in privato con la nuova presidente del Consiglio) perché “è stato necessario procedere velocemente in considerazione delle condizioni interne e internazionali che esigono un governo nella pienezza dei suoi compiti”. E’ nota la preoccupazione del capo dello Stato per il disagio sociale che la crisi energetica sta provocando tra gli italiani e l’urgenza con cui il capo dello Stato vorrebbe fosse affrontato il problema sia nell’Unione europea che in Italia. Senza dimenticare che resta pochissimo tempo per preparare la Legge di Bilancio.

A conferma di quanto ci sia voglia di bruciare le tappe c’è da registrare anche un giuramento dei ministri lampo: già oggi all’ora di pranzo si sarà concluso il necessario rito di iniziazione. Il quale permetterà alla premier di chiedere la fiducia parlamentare con tutta probabilità già martedì.

Sono 24 i ministri che oggi sfileranno nel salone delle feste del Quirinale per giurare nelle mani del capo dello Stato, il quale già conosceva le indicazioni sui ministeri più sensibili, come Esteri, Economia, Difesa e Interni.

Gestisci il consenso ai cookie

Per fornire le migliori esperienze, utilizziamo tecnologie come i cookie per archiviare e/o accedere alle informazioni del dispositivo. Il consenso a queste tecnologie ci consentirà di elaborare dati come il comportamento di navigazione o ID univoci su questo sito. Il mancato consenso o la revoca del consenso può influire negativamente su determinate caratteristiche e funzioni.

Funzionale

Sempre attivo
L'archiviazione tecnica o l'accesso sono strettamente necessari al fine legittimo di consentire l'uso di un servizio specifico esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente, o al solo scopo di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica.

Statistiche

L'archiviazione tecnica o l'accesso che viene utilizzato esclusivamente per scopi statistici. L'archiviazione tecnica o l'accesso che viene utilizzato esclusivamente per scopi statistici anonimi. Senza un mandato di comparizione, una conformità volontaria da parte del vostro Fornitore di Servizi Internet, o ulteriori registrazioni da parte di terzi, le informazioni memorizzate o recuperate per questo scopo da sole non possono di solito essere utilizzate per l'identificazione.

Marketing

L'archiviazione tecnica o l'accesso sono necessari per creare profili di utenti per inviare pubblicità, o per tracciare l'utente su un sito web o su diversi siti web per scopi di marketing simili.